Una location speciale per un evento speciale. É stato il Teatro Romano di Bologna ad ospitare la presentazione del libro “Il Mito della V Nera 150”, volume che ripercorre l’epopea storica della SEF Virtus, pubblicato appositamente in anticipo sullo storico traguardo dei 150 anni di fondazione della gloriosa polisportiva bolognese, che sarà tagliato il prossimo 17 gennaio 2021.
Il lancio ufficiale del volume, avvenuto alla presenza dei cinque autori – Alberto Bortolotti, Marcello Maccaferri, Giuliano Musi, Nicola Raule e Marco Tarozzi – del presidente della SEF Cesare Mattei e dell’editore Roberto Mugavero (Minerva) ha avuto come cornice uno dei luoghi rappresentativi delle celebrazioni che la SEF intende mettere in scena nei prossimi mesi.
Una presentazione al pubblico abbastanza inedita, ma necessaria a causa delle restrizioni dovute alla pandemia, avvenuta attraverso una diretta streaming sui canali di Sport2U (webTV ufficiale delle celebrazioni) e sulle piattaforme social di Virtus150.
Un’ora di dibattito, moderato dal conduttore Luca Corsolini – coordinatore delle celebrazioni dei 150 anni – per raccontare l’essenza di un libro che ripercorre la storia antica e moderna della SEF, la Casa madre bianconera, attraverso le vicende sportive e umane che hanno caratterizzato le sue numerose sezioni in questo secolo e mezzo di vita. Una narrazione intensa, suddivisa per decadi, arricchita dalle storie personali e sportive di alcuni personaggi iconici della storia bianconera.
L’evento live è stato impreziosito da alcuni interventi “esterni” di personalità legate al mondo della V Nera, come Dan Peterson (storico coach di basket protagonista in bianconero negli anni ’70), Luigi Samele (sciabolatore di punta di Virtus Scherma) e Sasha Djordjevic (coach attuale della Virtus Segafredo). A movimentare la mattinata anche le parole di Eleonora Giovanardi, attrice che ha interpretato recentemente la campionessa olimpica virtussina Ondina Valla – prima donna italiana a vincere un oro a Cinque Cerchi, a Berlino 1936 – per un docu-film RAI a lei dedicato.
Testimonianza in presenza, invece, quella dell’assessore allo Sport del Comune di Bologna, Matteo Lepore, che ha ricordato le prime esperienze da spettatore virtussino al PalaDozza oltre a confermare l’Amministrazione al fianco della Virtus in queste storiche celebrazioni.
La presentazione di questo importante volume è stato infatti solo un antipasto di ciò che la SEF intende mettere in scena nel 2021, per valorizzare ancora meglio la sua storia e il legame indissolubile con Bologna.
E il prossimo 17 dicembre verranno svelati i primi appuntamenti del programma, sempre al Teatro Romano, e sempre Covid permettendo.
Acquista il libro