Project Description

Premio Emilio

Nato in provincia di Bergamo, un rapporto speciale con Bologna nel destino e nel nome, lo sport come missione e come passione mai totalizzante e sempre originale: questo, in sintesi, Emilio Baumann, il fondatore della Virtus, uno dei padri nobili dello sport italiano. Virtus150  istituirà in collaborazione con l’Università di Bologna il Premio Emilio Baumann, alleanza di valori a testimoniare i vari campi in cui il fondatore della Virtus si è distinto sempre riconducendo ogni attività alla convinzione che lo sport sia qualcosa di più e di meglio che semplicemente un esercizio fisico.
 

L’evento

Non solo per il nome, Emilio, anzi primariamente per il contributo che ha dato con le sue tante attività in città e con la fondazione della Virtus, Baumann è in primis uno dei grandi di Bologna e poi uno dei padri nobili dello sport italiano. A Bologna ci sono già il campo di atletica in San Donato e una via intitolata a lui, una laterale di via Murri; un suo busto è nell’edificio in via Garibaldi 6 dove nacque la Virtus nel 1871.

Il premio sarà consegnato volutamente nel giorno della sua nascita, il 9 aprile, perché in quei giorni, in anni diversi, si è scritta la storia dello sport. Il 4 aprile 1871 una singolare marcia forzata lungo i viali fu il primo evento sportivo organizzato dalla Virtus. Il 6 aprile 1896, dunque venticinque anni dopo l’esordio della Virtus, cominciarono i Giochi Olimpici Moderni ad Atene.

Baumann era una persona di grandi intuizioni: si batté per far diventare la ginnastica obbligatoria a scuola fin dal 1878, e la ginnastica allora non era una disciplina sportiva, era quello che oggi definiremmo lo sport in senso lato. Una attività sociale, molto importante per la salute e la prevenzione della salute; una attività che Baumann voleva fosse accessibile anche per le ragazze altrimenti costrette a esercizi semplicemente coreografici. Il premio avrà cinque indirizzi diversi, un richiamo diretto ai cinque cerchi olimpici intrecciati nel nome dello sport. Edmondo De Amicis fece dire alla professoressa Pedani, una delle protagonista di Amore e ginnastica:”Il Baumann, datigli i mezzi, avrebbe rifatto una nazione”.

Richiedi informazioni
Thank you for your message. It has been sent.
There was an error trying to send your message. Please try again later.
Per partecipare agli eventi organizzati da Virtus150 è necessario presentare all’ingresso
l’ AUTODICHIARAZIONE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 D.P.R. N. 445/2000 compilata e firmata,
secondo quanto stabilito nelle direttive anti Covid.
Scarica il modulo